Cerca nel portale

Regioni

Regione Valle D'Aosta Regione  Piemonte Regione Lombardia Regione  Trentino Alto Adige Regione Veneto Regione  Liguria Regione Emilia Romagna Regione Toscana Regione Umbria Regione Marche Regione Lazio Regione  Abruzzo Regione  Basilicata Regione Campania Regione Molise Regione Puglia Regione Calabria Regione Sicilia Regione Friuli Venezia Giulia Regione Sardegna

AREA SOCI

IPA Adriatico, a luglio la graduatoria dei progetti finanziati

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaEmail

Fonte: Ipa Adriatico

L’ammissibilità della prima lista di 134 progetti, presentati dagli otto Stati coinvolti, è stata formalizzata dal Comitato Misto di Monitoraggio del Programma di Cooperazione Transfrontaliero IPA Adriatico (2007-2013) nel corso dell’incontro tenutosi a L’Aquila l’11 e 12 Maggio. Lo stesso tavolo di discussione – la prosecuzione di quello aggiornato durante l’incontro del 25 e 26  marzo – ha definito le procedure per la valutazione della qualità, la cui operazione è stata affidata al Segretariato Tecnico Misto. Secondo una stima, entro la fine del mese di luglio verrà elaborata una graduatoria dei progetti ammessi al finanziamento.

ipaI rappresentanti di Slovenia, Croazia, Bosnia ed Erzegovina, Montenegro, Albania, Serbia, Grecia, e per l’Italia le Regioni Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Marche, Puglia e Molise hanno deciso di riunirsi nuovamente in Croazia per completare il lavoro volto ad approvare la prima lista di progetti da finanziare.

La prima Call for proposals del Programma IPA Adriatico copre i tagli alla cultura, turismo, infrastrutture ed ambiente ed assegna circa 75 milioni di euro. Si ricorda che il programma IPA dispone di un finanziamento complessivo di circa 280 milioni di euro e mira ad armonizzare area transfrontaliera dell’Adriatico nel nome della cooperazione istituzionale, economica, culturale, turistica, ambientale e delle infrastrutture.

Per approfondimenti sul Programma IPA (Instrument of Pre-Accession) CBC Adriatico, consultare la scheda sintetica a cura della Redazione Oics.