Cerca nel portale

Regioni

Regione Valle D'Aosta Regione  Piemonte Regione Lombardia Regione  Trentino Alto Adige Regione Veneto Regione  Liguria Regione Emilia Romagna Regione Toscana Regione Umbria Regione Marche Regione Lazio Regione  Abruzzo Regione  Basilicata Regione Campania Regione Molise Regione Puglia Regione Calabria Regione Sicilia Regione Friuli Venezia Giulia Regione Sardegna

AREA SOCI

UE: riforma della politica di coesione, “Gruppo di contatto” Stato-Regioni

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaEmail

Svolte due riunioni del “gruppo di contatto” tra Regioni e Governo sul negoziato relativo al bilancio europeo e al futuro della politica regionale e di coesione. A partecipare al gruppo, secondo quanto deciso dalla Conferenza delle Regioni il 25 maggio 2011, sono i rappresentanti di Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana e Umbria.  Per il Governo invece partecipano al “gruppo” i rappresentanti del Dipartimento Affari regionali e delle politiche di coesione territoriale e dei ministeri degli Esteri, delle politiche agricole, del Welfare e dell’Economia.

Durante le riunioni è stata avviata l’analisi puntuale delle proposte di Regolamento presentate dalla Commissione europea. Per rispondere al fitto calendario di riunioni proposto dalla Presidenza Polacca della UE, il Gruppo ha organizzato i lavori in sei sottogruppi: Approccio strategico e Governance; Programmazione; Sviluppo locale / integrato; Cooperazione territoriale / GECT; Condizionalità e riserva di performance; Valutazione, monitoraggio e indicatori; Sistemi di gestione e controllo; Ingegneria finanziaria. Tali sottogruppi, ciascuno coordinato da una Regione, stanno predisponendo dei position paper da presentare agli appuntamenti del negoziato in seno al gruppo di lavoro del Consiglio.