Cerca nel portale

Regioni

Regione Valle D'Aosta Regione  Piemonte Regione Lombardia Regione  Trentino Alto Adige Regione Veneto Regione  Liguria Regione Emilia Romagna Regione Toscana Regione Umbria Regione Marche Regione Lazio Regione  Abruzzo Regione  Basilicata Regione Campania Regione Molise Regione Puglia Regione Calabria Regione Sicilia Regione Friuli Venezia Giulia Regione Sardegna

AREA SOCI

Macroregione Adriatico Ionica: il sostegno delle Regioni

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaEmail

Fonte: Regioni.it

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, presieduta da Vasco Errani, ha approvato un Ordine del Giorno a sostegno della Macroregione Adriatico Ionica. La strategia della Macroregione Adriatico Ionica è formalizzata nelle Dichiarazioni di Ancona (5 maggio 2010) e Bruxelles (23 maggio 2011), sottoscritte dai Ministri degli Esteri di 8 Paesi: 3 membri della UE (Italia, Grecia e Slovenia) e 5 in fase di adesione o pre-adesione (Croazia, Bosnia, Serbia, Montenegro, Albania).

In questa prima fase, la Macroregione include le Regioni Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Obiettivo: il rafforzamento dei processi democratici e l’accelerazione del percorso di integrazione europea dei Paesi balcanici. Proponendosi come un fattore di riconciliazione, la strategia mira ad attivare un effetto propulsivo per l’area del Mediterraneo facilitando i processi di democratizzazione nei Paesi della sponda sud.

La proposta di conclusione del Consiglio Europeo del 23-24 giugno 2011 prevede, tra l’altro, l’approvazione della strategia europea per la Macroregione del Danubio e l’invito agli Stati Membri “a continuare nel lavoro di cooperazione con la Commissione per possibili future strategie macroregionali, con particolare riferimento alle Regioni Adriatico Ioniche”.

In allegato: il documento approvato.