Cerca nel portale

Regioni

Regione Valle D'Aosta Regione  Piemonte Regione Lombardia Regione  Trentino Alto Adige Regione Veneto Regione  Liguria Regione Emilia Romagna Regione Toscana Regione Umbria Regione Marche Regione Lazio Regione  Abruzzo Regione  Basilicata Regione Campania Regione Molise Regione Puglia Regione Calabria Regione Sicilia Regione Friuli Venezia Giulia Regione Sardegna

AREA SOCI

Italia-Brasile, sottoscritti accordi d'intesa

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaEmail

Si è chiuso con la sottoscrizione di importanti accordi d'intesa il Forum economico Italia-Brasile, partecipatissimo momento di apertura della missione di sistema (coordinata dalla Regione Marche) nel Paese sudamericano. Il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, ha sottoscritto due memorandum d'intesa che aprono la strada a rilevanti collaborazioni e partnership.

Il primo, siglato da Regione Marche e Sebrae (Agenzia brasiliana di sostegno alle piccole e medie imprese) rappresentata dal suo presidente Luiz Barreto, prevede il rinnovo e l'estensione a tutte le Regioni italiane del modello di cooperazione sviluppato con successo in Brasile dalle Marche (Stati del Parà e Amazonas) nel settore del mobile. Avviato sette anni fa, questo modello ha consentito la nascita di un distretto del legno in Brasile con il coinvolgimento di 600 imprese brasiliane e 50 italiane. Per estendere questa stessa metodologia premiata dai risultati, è stato sottoscritto il secondo protocollo, tra Regione Marche e la Fiesp (la Federazione delle industrie dello Stato di San Paolo rappresentata dal suo presidente Paulo Skaff) che inaugura una collaborazione istituzionale ed economica per la promozione di incontri tra imprese dei reciproci sistemi imprenditoriali.

''Qui in Brasile - ha detto Spacca - abbiamo trovato due grandi amici, due partner operativi  di alto livello. Uno, il Sebrae, rinnova con noi un rapporto di proficua collaborazione, estendendola dopo sette anni anche a tutte le altre regioni italiane. L'obiettivo è ampliare la metodologia che ha portato alla creazione di un distretto del mobile in Parà e Amazonas, replicare il metodo della collaborazione territoriale e del supporto tecnico alle piccole e medie imprese. I risultati ottenuti nei due Stati brasiliani sono straordinari tanto che si è deciso, attraverso il secondo protocollo sottoscritto, di replicare questa stessa metodologia anche con la Fiesp. Vogliamo, attraverso il documento, che le imprese che vorranno internazionalizzare nello Stato di San Paolo, possano contare sul supporto tecnologico non solo di Sebrae, Ice, Camera di commercio italo-brasiliana, ma anche della Federazione delle industrie di San Paolo''.

Terminata la sessione economico-istituzionale della missione, è ora la volta dei b to b, gli incontri tra imprenditori italiani (200, selezionati tra oltre 700) e brasiliani (1.500 selezionati su ben 4.700). Al termine degli incontri bilaterali tra le imprese dei due Paesi, la missione è proseguita nelle tappe individuate per ciascun settore: Curitiba per l'agroindustria e l'alta tecnologia, Santos per la logistica-nautica e per le energie, San Paolo per la filiera del legno e arredo-contract-housing sociale (settore coordinato dalla Regione Marche), agroalimentare, edilizia, San Jose' dos Campos per l'aerospazio, Belo Horizonte per la meccanica e l'automotive.