Cerca nel portale

Regioni

Regione Valle D'Aosta Regione  Piemonte Regione Lombardia Regione  Trentino Alto Adige Regione Veneto Regione  Liguria Regione Emilia Romagna Regione Toscana Regione Umbria Regione Marche Regione Lazio Regione  Abruzzo Regione  Basilicata Regione Campania Regione Molise Regione Puglia Regione Calabria Regione Sicilia Regione Friuli Venezia Giulia Regione Sardegna

AREA SOCI

Italia-Albania: scambio di know how in campo sanitario

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaEmail

Fonte: Il Velino e Europuglia

La Regione Emilia Romagna e l’Albania hanno costituito una commissione tecnica incaricata di redigere una proposta di programma per favorire lo studio e lo scambio di esperienze in materia di politiche sanitarie tra la Regione e lo stato balcanico. A siglare l’avvio della collaborazione sono stati il ministro della Salute di Tirana, Petrit Vasili, e l’assessore regionale alla Cooperazione allo Sviluppo, Donatella Bortolazzi. Il programma si focalizzerà sulla formazione nel medio e lungo periodo del personale medico, sulla gestione amministrativa e finanziaria degli ospedali e sulle politiche del farmaco, i sistemi di emergenza-urgenza, di donazione del sangue e di prevenzione per la salute pubblica. Verificato anche lo stato di attuazione di un progetto sanitario che vede coinvolti la Regione Puglia – Servizio Mediterraneo e l’Ospedale Madre Teresa di Tirana. Obiettivo: la creazione, in Albania, di un centro specializzato in grandi ustioni.

Italia-AlbaniaDel progetto “Improvement of the Severe Burns Unit in Mother Theresa Hospital, Tirana”, in particolare, si è parlato nei giorni scorsi, nel corso di un incontro tecnico a latere dell’iniziativa “Italia-Albania 2010: due popoli, un mare, un’amicizia”, promossa dall’Ambasciata d’Italia a Tirana e dal Ministero degli Affari Esteri per festeggiare il ventennale dall’avvio della cooperazione Italia-Albania. All’incontro hanno partecipato, per la Regione Puglia – Servizio Mediterraneo, il dirigente Bernardo Notarangelo insieme a Domenico Zonno e Claudio Polignano; per l’Ospedale Madre Teresa di Tirana il prof. Gjergji Belba e gli esperti Fatos Bundo e Altin Premti.

“Un ulteriore passo nel campo della sanità, con l’obiettivo di rafforzare e completare il percorso che la Puglia ha voluto realizzare in Albania, è rappresentato dal progetto Grandi Ustionati. Si tratta di un progetto fortemente voluto dal Ministero della Sanità della Repubblica d’Albania e dalla Regione Puglia, a seguito della tragica esplosione di una polveriera militare avvenuta nel marzo 2008 nei pressi di Tirana che provocò 9 morti e quasi 250 feriti” – commenta Notarangelo.

Il progetto, finanziato dalla Delegazione della Commissione Europea in Albania attraverso fondi CARDS, è destinato a sostenere il Centro Grandi Ustionati e Chirurgia Plastica dell’Ospedale Madre Teresa di Tirana al fine di migliorare le infrastrutture, le attrezzature e i servizi per pazienti ustionati. A tale scopo l’Agenzia Regionale Sanitaria (A.RE.S.) coordinata dal Vincenzo Pomo della Regione Puglia, in collaborazione con l’Unità di Chirurgia Plastica e Centro Ustioni dell’Ospedale Perrino di Brindisi, diretta da Luigi Marasco, hanno redatto il progetto di spin off per la realizzazione del Centro specializzato.

Definita la premessa clinica all’investimento da realizzarsi e predisposto un piano di formazione modulare, nel corso dell’incontro tecnico a Tirana la Regione Puglia si è resa disponibile a proseguire le attività di assistenza tecnica per completare la realizzazione del Centro, come concordato il 23 luglio 2009, nell’incontro tenutosi a Bari tra il Ministro dell’Integrazione Europea della Repubblica d’Albania Majlinda Bregu e l’Assessore al Mediterraneo Silvia Godelli.

Prossimo step: individuare le caratteristiche strutturali ed i requisiti impiantistici-tecnologici del progetto.