Cerca nel portale

Regioni

Regione Valle D'Aosta Regione  Piemonte Regione Lombardia Regione  Trentino Alto Adige Regione Veneto Regione  Liguria Regione Emilia Romagna Regione Toscana Regione Umbria Regione Marche Regione Lazio Regione  Abruzzo Regione  Basilicata Regione Campania Regione Molise Regione Puglia Regione Calabria Regione Sicilia Regione Friuli Venezia Giulia Regione Sardegna

AREA SOCI

La Regione Veneto per l’Istria

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaEmail

Fonte: Regione Veneto

Si avvia una nuova partnership tra Regione Veneto e Regione Istriana. Un progetto dedicato alla formazione di funzionari pubblici, per accrescere la capacità di utilizzo degli strumenti finanziari e le competenze nella gestione dei fondi strutturali e così sostenere il processo di adesione all’Ue della Croazia.

veneto“Con grande soddisfazione saluto il collega Otočan, avviando insieme a lui un’iniziativa che ha lo scopo di favorire l’ingresso della Croazia e delle sue regioni nell’Unione Europea”. Sono le parole di benvenuto che l’assessore veneto al Bilancio e alla Cooperazione transfrontaliera, Roberto Ciambetti, ha rivolto a Venezia, presso la sede della Giunta regionale di Palazzo Balbi, al collega istriano alla Cooperazione internazionale e integrazione europea, Oriano Otočan, aprendo i lavori del Comitato guida del progetto “Istria Getting Prepared for Structural Funds”, finalizzato a sostenere il processo di adesione all’Ue della Regione Istriana della Croazia.

Il progetto, inserito nell’ambito del programma di scambio di conoscenze e buone pratiche cofinanziato dall’Iniziativa Centro Europea (INCE/CEI), dispone di un budget complessivo di 40.000 euro, 10 dei quali messi a disposizione dalla Regione Veneto, e prevede la formazione di funzionari pubblici della Regione Istriana per accrescere le loro capacità di utilizzo degli strumenti finanziari e soprattutto le competenze nella gestione dei fondi strutturali europei.

“È importante – ha sottolineato Ciambetti – che sia la città di Venezia ad ospitare questo momento in cui noi lanciamo il concorso per la formazione di 25 esperti che domani saranno i protagonisti nelle pubbliche amministrazioni dell’Istria per la stesura di progetti comunitari: i legami che uniscono il Veneto con l’Istria sono ben noti e oggi vengono rinsaldati da questa ulteriore forma di cooperazione, consci che il saper fare squadra è strategico e fondamentale negli scenari dell’economia globalizzata. Guardiamo assieme al domani, nel quale credo l’Istria potrà e dovrà giocare un ruolo importante: noi siamo qui per aiutarvi a svolgere questo ruolo”.

“Già abbiamo avuto modo di sperimentare quanto sia fruttuoso il rapporto di collaborazione con voi – ha detto Otočan rivolgendosi a Ciambetti – sia per quanto riguarda le iniziative strategiche promosse nell’ambito delle regioni Adriatiche, sia nella realizzazione dei programmi di recupero e valorizzazione del patrimonio culturale di origine veneta di Istria e Dalmazia. In previsione dell’entrata della Croazia nell’Unione Europea nel 2012, con il vostro sostegno ci prepariamo a gestire nel miglior modo possibile le maggiori risorse con le quali potremo finanziare il nostro sviluppo: oggi riceviamo dall’Europa 150 milioni di euro all’anno, domani, con i fondi strutturali, saremo chiamati ad amministrare finanziamenti per un miliardo e 100 milioni”.