Cerca nel portale

Regioni

Regione Valle D'Aosta Regione  Piemonte Regione Lombardia Regione  Trentino Alto Adige Regione Veneto Regione  Liguria Regione Emilia Romagna Regione Toscana Regione Umbria Regione Marche Regione Lazio Regione  Abruzzo Regione  Basilicata Regione Campania Regione Molise Regione Puglia Regione Calabria Regione Sicilia Regione Friuli Venezia Giulia Regione Sardegna

AREA SOCI

Euroregione Adriatica, il Comitato Esecutivo in Croazia

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaEmail

Si è riunito a Dubrovnik, in Croazia, sotto la Presidenza di Michele Iorio (Regione Molise), il Comitato Esecutivo dell'Euroregione Adriatica. Iorio ha  presentato le Linee Programmatiche della sua Presidenza al Comitato che le ha approvate all'unanimità, facendole proprie. Il Presidente dell'Euroregione quindi, dopo aver ringraziato per l'apporto operativo profuso dal suo predecessore Jakovi, ha tracciato brevemente il percorso fatto fino ad oggi dal Network delle Regioni e delle realtà locali che affacciano sull'Adriatico. Organismo che mosse i primissimi passi a Termoli, in Molise, nel 2004.

Iorio poi ha delineato le linee di azione dell'Euroregione. Un Programma di azioni che intende vedere  l'organismo interregionale quale interlocutore attento, interessato e partecipe delle varie iniziative in essere a livello comunitario ed internazionale nel bacino Adriatico e Ionico. Un esempio di tale impegno può essere senza dubbio l'interlocuzione che l'Euroregione Adriatica vorrà avere con tutti i soggetti coinvolti nell'ambito dello sviluppo della Strategia Macroregionale Adriatico-Ionica.
Iorio ha poi voluto sottolineare la positiva coincidenza della riunione del Comitato Esecutivo dell'Euroregione con il referendum che ha visto la Croazia esprimersi positivamente per l'adesione all'Europa. "Siamo felici di constatare -ha detto- che il popolo croato con molto entusiasmo e partecipazione ha voluto dare il proprio consenso a costruire il futuro della nazione in una logica comune europea. Di tale entusiastica convinzione noi, come Euroregione, avevamo avuto grossa testimonianza negli anni da parte delle comunità  croate che hanno voluto partecipare attivamente ai nostri programmi e iniziative, molte delle quali di interesse e di prospettiva europea".

Si avvia dunque una nuova fase dell'Euroregione che, secondo Iorio e tutti i componenti dell'Comitato Esecutivo, dovrà  agganciare, svolgendo un ruolo attivo e da protagonista, tutte le iniziative messe sul tappeto, ricercando collaborazioni, programmazioni comuni e prospettive per una maggiore aggregazione della presenza del Network su tutti i tavoli interistituzionali in atto. "Dal dibattito è emersa anche –ha aggiunto Iorio- una piena condivisione da parte di tutti delle idee che sostengono la strategia Macroregionale Adriatico-Ionica. Sono queste le basi su cui possiamo agevolmente lavorare e impegnarci, ritenendo tale azione parte attuativa del programma dell'Euroregione Adriatica".

Considerato l'interesse che ha suscitato l'azione e la proposta dell'Euroregione anche in altre realtà regionali e locali che affacciano sul bacino Ionico, il Comitato Esecutivo, su proposta del Presidente Iorio, ha dato mandato ad un'apposita commissione di avviare le procedure per la modifica dello Statuto e per giungere quindi, nell'arco dell'anno, ad una riunione dell'Assemblea Generale che apra il Network all'adesione delle altre realtà che hanno mostrato già interesse, o che vorranno farlo in futuro. Presenti oltre ai rappresentanti eletti dall'Assemblea dell'Euroregione, il Prefetto della Contea di Dubrovnik, e Vicepresidente della stessa Euroregione, Nikola Dobroslavi, e l'Assessore alle Politiche dello sviluppo della Regione Molise, Michele Scasserra.