Cerca nel portale

Regioni

Regione Valle D'Aosta Regione  Piemonte Regione Lombardia Regione  Trentino Alto Adige Regione Veneto Regione  Liguria Regione Emilia Romagna Regione Toscana Regione Umbria Regione Marche Regione Lazio Regione  Abruzzo Regione  Basilicata Regione Campania Regione Molise Regione Puglia Regione Calabria Regione Sicilia Regione Friuli Venezia Giulia Regione Sardegna

AREA SOCI

Programma LIFE. Bruxelles approva la nuova programmazione 2018 - 2020

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaEmail

 

La Commissione europea ha adottato il nuovo Multiannual Work Programme 2018-2020 di LIFE, il Programma europeo dedicato all’ambiente ed alle azioni per il clima, che aggiorna le priorità strategiche dello strumento e semplifica l'accesso ai fondi europei, secondo le aspettative della Commissione. L’aggiornamento rientra nelle procedure standard dell’Unione; anche in questo caso si avvale dei risultati di un impegnativo esercizio di valutazione delle azioni finanziate ed in parte realizzate nel recente passato.

 

La principale novità riguarda proprio la procedura per la presentazione delle proposte nell’ambito del sottoprogramma Ambiente, che a partire dalla imminente apertura del nuovo bando (metà aprile 2018) verrà organizzata in due fasi, come ormai avviene per molte linee di finanziamento direttamente gestite da Bruxelles: prima si presenta un concept note, di una decina di pagine, poi la copiosa full application, se la prima fase ha ottenuto il gradimento degli esperti indipendenti chiamati a giudicare le proposte. La procedura per il secondo sottoprogramma, dedicato al Clima, resta invece invariata: si presenta il dossier di progetto completo in prima battuta.

 

In linea di massima i bandi dovrebbero essere pubblicati a metà aprile 2018 - così auspica la programmazione - con una prima scadenza al 12 giugno 2018, per proposte che verranno contrattualizzate e rese operative entro luglio 2019, secondo le aspettative comunitarie.

 

Le procedure a due fasi moderano relativamente il rischio (oggi molto elevato) di un grande impegno in procedure sfortunate, ma allungano i tempi di programmazione e quindi di realizzazione delle attività.

 

Come avviene per altri importanti strumenti finanziari dell’Unione, anche in questo caso le nuove linee guida incoraggeranno il coinvolgimento delle imprese private nei progetti LIFE, perché l’approccio "vicino al mercato" premia la sostenibilità delle azioni oltre il periodo progettuale, secondo la Commissione.

 

Il testo completo del MAWP del Programma Life è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea serie L numero 39 del 13 febbraio 2018, e si può visualizzare cliccando qui.

 

Il calendario dei prossimi bandi, a cura delle Direzione generale Ambiente di Bruxelles, è invece reperibile cliccando qui.