Cerca nel portale

Regioni

Regione Valle D'Aosta Regione  Piemonte Regione Lombardia Regione  Trentino Alto Adige Regione Veneto Regione  Liguria Regione Emilia Romagna Regione Toscana Regione Umbria Regione Marche Regione Lazio Regione  Abruzzo Regione  Basilicata Regione Campania Regione Molise Regione Puglia Regione Calabria Regione Sicilia Regione Friuli Venezia Giulia Regione Sardegna

AREA SOCI

Italia-Francia-Marittimo, nuovi progetti

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaEmail

Infrastrutture, porti, viabilità, ambiente, turismo, beni culturali, agroalimentare, servizi:  la Liguria incassa 8,2 milioni di fondi del Programma europeo Italia-Francia-Marittimo 2013  di cui fanno parte anche Corsica, Sardegna e Toscana. Di questi, oltre tre milioni sono destinati a co-finanziare progetti realizzati dalla Regione; gli altri andranno a sostenere finanziariamente quelli presentati da Comuni, Province, istituti, porti.

“Questo risultato  conferma che, per quante incognite  ci siano, i fondi europei rappresentano ancora una certezza per tanti diversi assetti territoriali, dobbiamo sfruttarli sempre di più”, spiega l’assessore al Turismo Angelo Berlangieri, coordinatore del programma per la giunta Burlando che ha fortemente sostenuto l’iniziativa. I progetti della Regione Liguria finanziati dal programma Ue sono: Terragir 2 dedicato ai servizi di cooperazione tra piccole imprese per la valorizzazione e la commercializzazione dei prodotti agroalimentari di qualità, comprese le enoteche regionali di Dolceacqua, Ortovero, Genova e Castelnuovo Magra (858 mila 200 euro); Innolabs + (810 mila) e Innolabs++ (695 mila) per lo sviluppo socio economico dei territori, fra cui il progetto "Cerchio del Caucaso Fontanabuona" con i 130 chilometri di sentieri da Levanto a Sestri Levante; una piattaforma web per i siti archeologici di Sanremo, Bussana, Taggia, Riva Ligure; il molo di Vernazza, Cinque Terre; l'avvio del car-sharing Parco Cinque Terre, Levanto e La Spezia.

Gli altri progetti della Regione Liguria finanziati dal fondo per la cooperazione transfrontaliera Marittimo sono Proterina 2 per la prevenzione dei rischi idrogeologici e incendi boschivi (436 mila 150) e Resmarine, per gli interventi contro l'erosione costiera. Il budget della Regione Liguria è di 274 mila euro e  di 325 mila per Arpal. Finanziato con 2,5 milioni anche il progetto I-Perla, la messa in sicurezza della strada provinciale 38 Pian di Barca-Pignone-Monterosso, nello Spezzino.

Gli altri progetti che in Liguria hanno ricevuto finanziamenti dal programma europeo Marittimo sono Vento e Porti di Mare di cui fanno parte le Autorità Portuali di Genova, Savona e La Spezia e l'Università di Genova (1,4 milioni), I-Perla per la sicurezza delle zone costiere, Provincia della Spezia (500 mila euro), I-No far Access per gli spostamenti dei soggetti deboli in aree svantaggiate, Provincia della Spezia (400 mila euro); Pliss, sistema logistico portuale per rete commerciale, Comune di Savona (90 mila), Oltre Bampè, per il rafforzamento delle Pmi agroalimentari locali, il sostegno alle mense scolastiche, e lo sviluppo della filiera corta, Comune di Genova (423 mila), Mistral+ per potenziare l'offerta di servizi innovativi per la nautica e porti turistici, Camera di Commercio e Provincia della Spezia (400 mila euro), Sicomar, per la sicurezza in mare, fra i beneficiari Arpal Liguria (146 mila), Biomass+ per favorire la tutela e la valorizzazione delle risorse agricole e forestali, Consorzio Valli Stura e Orba, Consorzio basilico Coltivaprà, Comune di Castelnuovo Magra (550 mila), Serena 2.0, per lo sviluppo di reti transfrontaliere della nautica, Provincia della Spezia, Agenzia Liguria Lavoro (370 mila), Ucat Nw per la realizzazione di servizi comuni, Anci Liguria e Comune di Genova (176 milioni).