Cerca nel portale

Regioni

Regione Valle D'Aosta Regione  Piemonte Regione Lombardia Regione  Trentino Alto Adige Regione Veneto Regione  Liguria Regione Emilia Romagna Regione Toscana Regione Umbria Regione Marche Regione Lazio Regione  Abruzzo Regione  Basilicata Regione Campania Regione Molise Regione Puglia Regione Calabria Regione Sicilia Regione Friuli Venezia Giulia Regione Sardegna

AREA SOCI

Europa-Regioni: Profumo, più investimenti in innovazione

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaEmail

"Dobbiamo investire di più, partendo dall'idea che l'innovazione è un elemento chiave assieme alla formazione, all'università e alla ricerca": lo ha detto a Bruxelles il ministro dell'Istruzione, l'Università e la Ricerca scientifica - Francesco Profumo - commentando la performance dell'Italia nella graduatoria dei paesi più innovativi pubblicata dalla Commissione europea.

"Bisogna ingegnerizzare le risorse nazionali in funzione degli obiettivi con priorità all'innovazione", ha sottolineato Profumo prima di partecipare a una conferenza al Parlamento europeo sul tema 'Il sistema Italia e Horizon 2020'. Nel corso del suo intervento, il ministro ha commentato in particolare che "sul Settimo Programma Quadro la situazione del Paese è alquanto debole", ricordando che l'Italia perde 500 milioni di euro all'anno nel settore della ricerca poiché riesce a recuperare solo in parte - attraverso i progetti finanziati da fondi Ue - le risorse che contribuisce a livello europeo nell'ambito del Programma stesso. "Al termine del 2013 noi speriamo di avere riportato a casa l'8,5%" a fronte di un contributo Paese del 14,5% in termini di risorse al programma da 50 miliardi di euro, ha detto Profumo.

"Questo significa che perdiamo circa 500 milioni all'anno: il che vuol dire che in sette anni abbiamo perso" l'equivalente di una manovra finanziaria. "Non solo - ha tenuto a precisare -. Se andiamo a vedere sui fondi strutturali la situazione è ancora peggio, poiché oggi siamo al 26° posto su 27 paesi nella spesa di questi fondi: il 27° è la Romania, che è uno dei paesi appena entrati".