Cerca nel portale

Regioni

Regione Valle D'Aosta Regione  Piemonte Regione Lombardia Regione  Trentino Alto Adige Regione Veneto Regione  Liguria Regione Emilia Romagna Regione Toscana Regione Umbria Regione Marche Regione Lazio Regione  Abruzzo Regione  Basilicata Regione Campania Regione Molise Regione Puglia Regione Calabria Regione Sicilia Regione Friuli Venezia Giulia Regione Sardegna

AREA SOCI

Cooperazione: Bresso, dare vera risposta a 'Primavera araba'

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaEmail

''Credo ci sia bisogno di dare una risposta vera e forte alla primavera araba attraverso un maggiore rapporto politico tra le tre sponde del Mediterraneo''. Lo ha detto la copresidente dell'Arlem, Mercedes Bresso, tenendo a Bari con l'altro copresidente Mohamed Boudra e con il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, una conferenza stampa per illustrare obiettivi e priorità della terza sessione plenaria dell'Assemblea regionale e locale euro mediterranea. Al centro dei lavori, del gruppo dei 16 partner del Mediterraneo e di quello degli 84 partner degli stati membri dell'Unione europea, i temi delle energie rinnovabili, del patrimonio culturale e del ruolo delle piccole e medie imprese nello sviluppo delle economie.

''La dimensione regionale è essenziale se vogliamo dare risposte concrete e non fermarci ai discorsi. Arlem - secondo Bresso - rappresenta la voce politica che sollecita un forte processo di regionalizzazione e decentramento nel Mediterraneo e che sostiene i processi di democratizzazione in corso. Grazie poi all'atlante e la borsa della cooperazione decentrata riusciamo ad operare tra di noi, indipendente dai finanziamenti esterni, anche se nella prossima tornata europea crediamo debbano esserci. Arlem - ha spiegato Bresso – punta inoltre ad intensificare l'utilizzo delle risorse di vicinato per avviare progetti di grande scala e nel nostro rapporto c'è una proposta che prevedere project bond euro mediterranei che potrebbero essere emessi attraverso le diverse banche per finanziare i progetti. ''Puntiamo anche sulla formazione – ha detto ancora - ed abbiamo firmato due accordi: uno con l'università euromediterranea per la formazione dei nuovi quadri dirigenti della primavera araba e l'altro con l'agenzia europea per la formazione per istruire i quadri sulle politiche di sviluppo locale''.

''Il 2011 sarà ricordato come l'anno della primavera araba, di quei movimenti popolari nel Mediterraneo nati dalle regioni e dai giovani. Ed al contrasto dell'ingiustizia sociale, della mancanza di libertà e democrazia si ispira anche il lavoro dell'Arlem – ha aggiunto il copresidente dell'Assemblea regionale e locale euro mediterranea, Mohamed Boudra – Arlem cerca di fornire risposte concrete e di far sviluppare le politiche locali e la regionalizzazione. E proprio attraverso lo scambio di esperienze che si ha in occasioni come questa plenaria - ha spiegato Boudra - la primavera araba potrà trovare ulteriore beneficio''.