Cerca nel portale

Regioni

Regione Valle D'Aosta Regione  Piemonte Regione Lombardia Regione  Trentino Alto Adige Regione Veneto Regione  Liguria Regione Emilia Romagna Regione Toscana Regione Umbria Regione Marche Regione Lazio Regione  Abruzzo Regione  Basilicata Regione Campania Regione Molise Regione Puglia Regione Calabria Regione Sicilia Regione Friuli Venezia Giulia Regione Sardegna

AREA SOCI

Cooperazione: dal Trentino 3 progetti per 364.000 euro

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaEmail

Commercio equo e solidale in Guatemala, a sostegno dell'impresa femminile; progetto “Vino di Cana” in Israele e Palestina; un'azione integrata per la lotta all'Aids a Beira, in Mozambico: sono i tre nuovi progetti sostenuti dall'Assessorato alla solidarietà internazionale e convivenza della Provincia autonoma di Trento e realizzati anche in collaborazione con il mondo del volontariato. Li ha presentati in una conferenza stampa l'assessore provinciale alla solidarietà internazionale Lia Giovanazzi Beltrami.

Il primo progetto di sostegno alle micro-imprese femminili nel dipartimento di Sololà in Guatemala segue una piano triennale (2011-2013) e ha un costo di 150.000 euro. Questa iniziativa, che vede la collaborazione della Mandacarà Onlus e della Fundacion Rigoberta Menchu Tum, intende promuovere anche lo sviluppo locale del commercio equo solidale.

Il secondo progetto, “Vino di Cana” con un budget di 64.000 euro, intende sostenere i processi di vinificazione in Israele e in Palestina.L'iniziativa prende le mosse dalla mozione approvata nel 2009 dal Consiglio provinciale ''Israele e Palestina. Ricostruire i ponti che la guerra abbatte”. Il progetto dovrebbe concludersi per la fine di febbraio 2011.

Infine la terza iniziativa prevede lo stanziamento di 150.000 euro per il programma Dream (Drug Resource against Aids and Malnutrition), gestito dalla comunità di Sant'Egidio, per curare l'Aids in Mozambico. La somma destinata dalla Provincia è finalizzata alla costruzione di un laboratorio di esami chimici a Beria. I lavori dovrebbero terminare nei primi mesi del 2011.

La Provincia autonoma di Trento - ha sottolineato l'assessore Beltrami - stanzia lo 0,25% del proprio bilancio per la solidarietà internazionale.